Rinnovo concessioni ambulanti, sarà la fine di un incubo chiamato Bolkestein?

105 Visite

Ore di intenso lavoro parlamentare per addivenire alla stesura definitiva delle regole finalizzate al rinnovo delle concessioni ambulanti. Il 29 giugno 2022 è scaduto il termine dell’ultima proroga delle concessioni per il commercio sulle aree pubbliche ma sono tantissimi ancora i comuni italiani che non hanno completato le procedure di rinnovo automatico delle concessioni al 2032.

Da CasAmbulanti, l’Associazione di Rappresentanza che sta interloquendo incessantemente con gli esponenti del Governo dopo l’incontro convocato dal Vice Ministro allo Sviluppo Economico Pichetto Fratin, rassicurano sull’iter che sta proseguendo ma mantengono alta la guardia in quanto molti elementi ed aspetti delicati della disciplina normativa sono da affinare e da definire puntualmente per dare certezza ai 180mila ambulanti d’Italia. Nei prossimi giorni, dunque, sarà lo stesso Vice Ministro a portare in Consiglio dei Ministri un provvedimento legislativo che indicherà il percorso già condiviso nel corso della riunione dello scorso 16 giugno alla quale ha partecipato il Presidente CasAmbulanti Savino Montaruli e che si spera resti fedele alle osservazioni raccolte anche nel Documento che CasAmbulanti ha successivamente inviato al Governo e reso pubblico. Inutile dire che i comuni sono praticamente in affanno ed in queste ore stanno emanando provvedimenti, spesso improvvisati, per evitare situazioni che potrebbero rivelarsi davvero disastrose” – hanno concluso da CasAmbulanti Italia.

Promo