Caro carburanti. Coldiretti Puglia: più gasolio agricolo agevolato

70 Visite

«Con la straordinaria morsa di caldo e perdurante siccità serve più gasolio agricolo agevolato in Puglia per aiutare gli agricoltori nelle campagne alle prese con il caro carburante che ha fatto schizzare i costi dell”irrigazione e delle lavorazioni». E” questa la richiesta che Coldiretti Puglia ha inviato all”assessorato regionale all” agricoltura.

«E” necessaria ed urgente una maggiorazione del beneficio dell”accredito d”imposta per il tramite del carburante ad accisa agevolata – spigano da Coldiretti – per le imprese agricole, per le operazioni di irrigazione, lavorazioni dei terreni come arature, erpicatura, anche per evitare l”eccesso di evapotraspirazione e per la sistemazione dei terreni, oltre all”approvvigionamento idrico per abbeverare gli animali e comunque per garantire il benessere animale».

«Il balzo dei prezzi del gasolio agricolo del +120% – denuncia Coldiretti Puglia ha fatto esplodere i costi orari delle lavorazioni, dove si sta raccogliendo il grano con le mietitrebbie, irrigando con impianti che hanno bisogno di carburante per entrare in funzione, oltre ai trattori per le arature». Per Coldiretti, «l”aumento dei prezzi scatenato dalla guerra in Ucraina costerà nel 2022 alle famiglie pugliesi oltre 420 milioni di euro soltanto per la spesa alimentare, a causa dell”effetto dell”inflazione che colpisce soprattutto le categorie più deboli».

«In un Paese come l”Italia dove l”85% delle merci per arrivare sugli scaffali viaggia su strada, l”aumento dei prezzi di benzina e diesel ha un effetto valanga sulla spesa di consumatori – conclude Coldiretti Puglia con il rischio di alimentare psicosi, accaparramenti e speculazioni».

Promo