Mostra Cinema a Taranto, sguardo delle registe su paesi islamici

104 Visite

 Da domani al 26 giugno si terrà nell’Oasi dei Battendieri sul Mar Piccolo la Mostra del Cinema di  Taranto per la direzione artistica del regista e autore Mimmo Mongelli con storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici provenienti da Afghanistan, Iran, Palestina e Marocco.

Proiezioni di lungometraggi e documentari, talk show, convegni, ma anche degustazione di piatti con sapori orientali che arrivano fino alle sponde del mar Piccolo. Il tema della kermesse di quest’anno è “Lo sguardo della tigre – By the women of Islam”.

Curatore di edizione è l’attore palestinese Balsam Asfur. Focus sul cinema realizzato dalle donne dell’Islam, con i film che verranno proiettati sotto le stelle, immersi nella natura e alla presenza di registe come Masooma Ibrahimi, Sahraa Karimi e Iante Roach. Le donne dallo “sguardo della tigre”, sottolineano gli organizzatori, parleranno, “attraverso le loro opere e nei talk con il pubblico a corollario delle proiezioni, delle difficolta’ di fare cinema in paesi dove il solo essere donna è difficile, ancor più se artista e impegnata nell’emancipazione femminile”.

La giornata inaugurale domani si aprirà alle 19.30 con il talk “Lo sguardo della Tigre: il potere del cinema al femminile nella realtà politica e sociale dei paesi islamici” durante il quale si alterneranno ospiti di spessore appartenenti a diversi ambiti professionali. Oltre al film in programma, spazio al reading “Sguardi” di Luisa Campatelli, con Tiziana Risolo e la regia di Alfredo Traversa. Tutte le altre serate avranno inizio alle ore 21. Il biglietto per ogni serata è al costo di 1 euro. 

Promo