Anziana fatta a pezzi a Melzo: shock a San Giorgio Ionico dove vive il marito

109 Visite

Una tragedia quella che si è consumata a Melzo, alle porte di Milano, dove una donna di 84 anni è stata trovata fatta a pezzi nella vasca della propria abitazione. Il corpo, coperto era con un telo di cellophane e sigillato con il nastro adesivo, era in avanzato stato di decomposizione.

La figlia maggiore dell’anziana, 58enne, è stata fermata per l’omicidio dai carabinieri del Comando provinciale di Milano in quanto era l’unica ad occuparsi della madre e ad avere le chiavi della sua casa: potrebbe averla accompagnata fino al bagno e poi averle coperto la bocca con il nastro adesivo, prima di sigillare la vasca con il telo, fino a provocare la morte della madre per asfissia. Un’ipotesi che andrà comunque confermata dai successivi esami medico legali.

«Per smembrare in più pezzi il corpo della madre- secondo gli investigatori – potrebbe aver utilizzato gli attrezzi presenti nell’abitazione della vittima, tra cui una sega, che è stata trovata in casa e sequestrata dai carabinieri».

Le sorelle minori della 58enne fermata, una residente come la vittima a Melzo, l’altra a Trento, non vedevano la madre da mesi. I carabinieri che indagano sull’omicidio dovranno ora ricostruire gli ultimi contatti telefonici avuti dalle figlie con l’84enne e le ultime volte che i vicini hanno visto la donna, per capire fino a quando sia rimasta viva. 

Il cadavere sarà analizzato dai medici legali e dall’antropologo forense, per confermare che la morte risalga a due mesi fa. A metà aprile una vicina ha riferito ai carabinieri di aver notato del fumo uscire dalla finestra della casa della vittima. Era probabilmente prodotto dal rogo – avvenuto secondo gli investigatori in un momento successivo a quello dell’omicidio – degli abiti della donna, ritrovati bruciati in casa.

Il sindaco di San Giorgio IonicoMino Fabbiano, omonimo dello sfortunato marito (Cosimo Fabbiano), in attesa di conoscere gli sviluppi del caso: «La nostra comunità – ha detto il primo cittadino – è stata profondamente scossa dalla notizia di quanto accaduto nel comune di Melzo. Pur non conoscendo ancora i dettagli della vicenda che vede coinvolta una nostra anziana concittadina ci uniamo al dolore del marito e delle figlie ed esprimiamo il più vivo cordoglio per la perdita della cara congiunta. Ogni ulteriore considerazione e qualsiasi altra parola rischiano solo appesantire ancora di più il dolore e lo sgomento per questa tristissima ed inspiegabile tragedia».

Promo