Map Festival a Taranto: musica, architettura e parallelismi

81 Visite

Piu’ di dieci gli appuntamenti previsti per la seconda edizione del MAP Festival, rassegna di Musica, Architettura e Parallelismi, che si terra’ a Taranto dal 7 al 18 giugno, grazie al progetto ideato e voluto per il secondo anno dall’Istituzione Concertistico Orchestrale (Ico) Magna Grecia, in collaborazione con il Comune di Taranto e l’Ordine degli Architetti.

Dalle pietre sonore di Pinuccio Sciola all’invasione musicale dell’Isola di San Pietro ; dall’archistar internazionale Franco Purini al progetto DNA dei Deproducers e ancora “l’invasione artistica della citta'”. Oggi la presentazione dell’iniziativa. Presenti all’incontro Gianfranco Lopane, assessore regionale a Turismo, Sviluppo e Immagine turistica; Grazia Di Bari, delegata alla Cultura della Regione Puglia; Piero Romano, direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia; don Ciro Alabrese, parroco della Concattedrale Gran Madre di Dio; Emanuele Scalone, Capitano di fregata, in rappresentanza dell’Ammiraglio di Squadra Salvatore Vitiello.

Ad aprire la kermesse, sulla scalinata della Concattedrale Gran Madre di Dio, martedì 7 giugno, sara’ il concerto “Le 8 stagioni – Vivaldi & Piazzolla”, in cui saranno protagonisti il violino del franco-argentino Andres Gabetta e il bandoneon del teatino Mario Stefano Pietrodarchi, accompagnati dall’Orchestra della Magna Grecia.

«E’ sempre più evidente che il welfare culturale – ha detto Gianfranco Lopane, assessore regionale a Turismo – abbracci una quantità di competenze sempre più ampie. E’ vero per l’intera Puglia, ma lo è in particolare per Taranto, città capoluogo, che mette al centro dei suoi interessi una ricca programmazione culturale, facendo di questo un modello di sviluppo alternativo: confermata la strategia sul mare come grande attrattore, la città punta a costruire progetti alternativi che puntino a destagionalizzare i suoi afflussi turistici».

Promo