Coldiretti: al via la raccolta delle ciliegie

112 Visite

In Puglia è iniziata la raccolta delle ciliegie con le primizie della qualità Bigarreau.

La raccolta sarà quantitativamente dimezzata rispetto allo scorso anno ma di ottima qualità, riferisce Coldiretti Puglia spiegando che «per la prima volta è stato presentato il Ganaspis Brasiliensis, l’insetto alleato nella lotta biologica contro il moscerino Drosophila suzukii che colpisce le ciliegie in fase di maturazione».

«La qualità delle ciliegie è ottima e il calibro consistente. La produzione di Bigarreau e Georgia segna una diminuzione del 55% di frutti sugli alberi rispetto allo scorso anno, a causa degli effetti della gelata che si sono fatti sentire sulle varietà precoci, mentre per la Ferrovia andrà decisamente meglio», dichiara Bernardino Nardelli, presidente di Coldiretti Conversano.

La Puglia è la maggior produttrice di ciliegie in Italia, detiene con le sue quasi 32.000 tonnellate – spiega Coldiretti Puglia – il 35% della produzione Made in Italy che risulta concentrata nella provincia di Bari che da sola rappresenta il 96,4% della produzione regionale. Il comparto cerasicolo però è «alle prese con il balzo dei costi di produzione e la grave siccità» motivi che spingono l’associazione a chiedere di «fare squadra per sostenere e rilanciare le ciliegie di Puglia attraverso anche il piano di sviluppo rurale e l’Igp» .

«La costituzione di un tavolo tecnico-scientifico nazionale di coordinamento del Ganaspsis brasiliensins – aggiunge il ricercatore pugliese Vincenzo Verrastro del Ciheam Bari – impone una strategia di sostegno alla ricerca perché va garantito il monitoraggio continuo e avviato il piano operativo che prevede la scelta dei siti di rilascio del parassitoide Ganaspsis brasiliensins, lo studio dell’ampiezza delle aree in cui avverranno i lanci, il numero di individui da rilasciare per singolo sito, modalità di rilascio e verifica dell’efficacia dei rilasci» .

Promo