Massimo Stano: prossima gara ad Alberobello dopo il successo di Tokyo

79 Visite

«Le gambe sembra stiano bene, ora speriamo non facciano scherzetti domenica».

«Domenica si gareggia a un’ora da casa mia, nella mia terra, e penso che ci sarà tanta gente a fare il tifo. Con il tecnico Patrick Parcesepe abbiamo deciso che era giusto onorare l’evento tricolore e la Puglia. Foto, autografi, consigli, chiacchiere, dopo la gara sarò a disposizione di tutti». Così ad Atletica Tv, il canale web della Fidal, il marciatore azzurro Massimo Stano, oro ai Giochi di Tokyo, reduce da due gare in otto giorni, dopo il trionfo di Dudince e prima di Alberobello


«La mia vita è migliorata, ma cambiata no. Ho fatto tanti incontri però è impagabile l’abbraccio con la mia famiglia al rientro dal Giappone. Mi piace stare tra la gente, ricordo il bagno di folla ai Campionati italiani cadetti di Parma nello scorso ottobre: con gli atleti più giovani mi sono comportato come avrei voluto che un grande atleta si rapportasse a me», aggiunge.

«Dopo Alberobello mi attende una gara di 10 km su strada a Madrid il 16 maggio. Lì ci divertiamo, come diciamo in gergo andiamo per ‘scannellare’, per pulire la marmitta, considerato che si terranno ritmi più veloci. E poi ci attende un periodo di raduno a Roccaraso in preparazione di Mondiali ed Europei e vedremo quali altre gare in Italia», aggiunge.

«Più dell’oro olimpico cosa c’è? Un doppio oro a Eugene e Monaco sarebbe fantastico seppur molto difficile. Ma ormai lo sapete, le sfide mi piacciono. Per non sentirmi appagato, continuo a pensare di essere arrivato secondo a Tokyo», ha concluso.

Promo