Ex Ilva: chiesto il dissequestro per gli impianti a caldo alla Corte d’Assise

308 Visite

Ilva in amministrazione straordinaria ha presentato alla Corte d’Assise di Taranto istanza di dissequestro per gli impianti dell’area a caldo del siderurgico, ora in gestione alla società pubblico-privata Acciaierie d’Italia.

Lo apprende AGI. Gli impianti sono sequestrati dal 26 luglio 2012 su ordinanza dell’allora gip Patrizia Todisco nell’ambito dell’indagine “Ambiente Svenduto” ma all’azienda è da tempo concessa la facoltà di usarli. Per questi impianti, i pubblici ministeri, nella requisitoria del processo “Ambiente Svenduto”, hanno chiesto la confisca. Richiesta accolta dalla Corte con la sentenza di fine maggio scorso.

News dal Network

Promo