Ex Ilva: ex sindaco di Taranto, ristabilito principio chi inquina paga

113 Visite

“Con l’abrogazione dell’articolo 21 del decreto Milleproroghe, grazie a un emendamento presentato da ampie porzioni della maggioranza di Governo, è stato ristabilito il sano principio chi inquina paga“.

Lo dice l’ex sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ricandidato alla guida della città dalla coalizione di centrosinistra, con investitura del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

“I fondi sequestrati alla famiglia Riva servono alle bonifiche e non alla decarbonizzazione dell’impianto siderurgico. Le due cose, però, non si escludono e lo sosteniamo da tempo. Le risorse per fare entrambe le cose, bonificare e decarbonizzare, sono disponibili e devono essere investite al più presto”, sottolinea Melucci. “Qualsiasi altra ipotesi è un affronto ai cittadini di Taranto, siamo sconcertati dal fatto che Lega e Fratelli d’Italia abbiano votato per togliere i soldi dalle bonifiche e darli alla grande industria. Sono le stesse forze che vorrebbero candidarsi alla guida dell’amministrazione, salvo poi coltivare interessi che nulla hanno in comune con la voglia di riscatto e ripartenza della città”, conclude l’ex sindaco.

Promo