Pesca. Taranto, sanzioni e sequestri per attività illecite

334 Visite

Le unità navali della Capitaneria di porto di Taranto, in una delle diverse operazioni di vigilanza condotte nello scalo e a mare, hanno intercettato, nella notte dello scorso 9 febbraio, un peschereccio intento a esercitare la pesca a strascico in zona vietata, in acque lucane e a meno di un miglio nautico dalla costa.

Al comandante del motopesca è stata inflitta una sanzione pecuniaria amministrativa e l’attrezzo usato è stato posto sotto sequestro.

Nello stesso tratto di mare, durante il primo pomeriggio del 13 febbraio, i militari della Guardia costiera hanno individuato e fermato una imbarcazione i cui occupanti erano intenti alla pesca abusiva di novellame di sarda. Sono stati sequestrati e distrutti 5 chili di pesce mentre sono stati multati i pescatori. Lungo il litorale salentino, è stata intercettata una piccola unità da diporto i cui occupanti erano impegnati a catturare oloturie. Tutti sono stati denunciati mentre sono stati sequestrati un rastrello e i 30 kg di prodotto.

Promo