Ex Ilva, Vianello: “Governo non restituisce fondi bonifiche”

101 Visite

 “Il Governo ancora non è convinto, anche oggi nelle commissioni congiunte Affari costituzionali e Bilancio non si è discusso degli emendamenti soppressivi sull’art.21 che quindi rimangono accantonati”. Lo afferma il deputato tarantino Giovanni Vianello sulla questione della norma del Milleproroghe che trasferisce le risorse, sequestrate ai Riva dal tribunale di Milano, dalle bonifiche alle attivita’ produttive di Acciaierie d’Italia (ex Ilva).

“Ricordo – continua Vianello – che l’art. 21 di fatto sottrae i fondi alle bonifiche delle 18 aree escluse dell’ex Ilva, per destinarli ad una fantomatica decarbonizzazione di cui ad oggi non esiste alcuna pianificazione. In realta’ questi fondi sottratti serviranno per la continuita’ dell’ex Ilva, industria inquinate, sotto sequestro da parte della magistratura italiana e sulla quale pesano sia una procedura di infrazione comunitaria per mancato rispetto delle norme ambientali sia una sentenza della Corte Europea per i Diritti dell’uomo”.

Vianello parla di “14esimo decreto salva-Ilva” e auspica che “nessuna delle forze di maggioranza che si sono espresse contro l’art. 21 faccia un passo indietro. Noi di Alternativa dall’opposizione continueremo ad informare la cittadinanza su ogni passo”.

Promo