Donna in prognosi riservata dopo pestaggio, fermato 40enne

1.394 Visite

La polizia di Pisa ha eseguito ieri il fermo di un quarantenne con l’accusa di tentato omicidio nei confronti di una donna di 30 anni: secondo l’accusa l’avrebbe colpita “con ferocia, con una raffica di calci e pugni, fino a farle perdere i sensi“. La vittima è stata successivamente ricoverata all’ospedale in prognosi riservata con fratture a dieci costole, pneumotorace traumatico e frattura della mandibola. L’aggressione, si spiega dalla questura, è avvenuta l’1 febbraio in un appartamento della zona della stazione ferroviaria di Pisa.

Da quanto ricostruito il quarantenne, di origine romena, avrebbe “iniziato prima a inveire nei confronti della donna, anche lei non italiana, e, successivamente” l’avrebbe aggredita. Il giorno dopo la vittima, una volta riaccompagnata a casa dal suo stesso aggressore, spiega sempre la questura, “ha chiesto aiuto al 118 facendo scattare le indagini”. Attraverso il suo racconto è stato possibile individuare l’appartamento teatro dell’aggressione dove ieri all’alba la polizia ha eseguito una perquisizione rinvenendo tracce ematiche oltre a effetti personali del quarantenne, nel frattempo allontanatosi da Pisa: l’uomo è stato rintracciato e fermato a Taranto.

Promo