Shoah: 1.500 giovani Puglia visitano Auschwitz e Birkenau

149 Visite
 E’ partita questa mattina, dal Consiglio regionale della Puglia, la prima carovana del Treno della Memoria diretta ai campi di Auschwitz e Birkenau. Dopo un anno di stop forzato riprende il viaggio organizzato dalle Associazioni Treno della Memoria e Terra del Fuoco Mediterranea. La diciassettesima edizione del Treno della Memoria è partita con le parole “Pronti, ri-partenza…via”.

Nonostante le difficoltà legate alla pandemia sono più di 1500 i giovani pugliesi che quest’anno prenderanno parte al progetto e, circa 3000, i partecipanti da tutta Italia. “Ringrazio il Treno della Memoria, l’associazione Terra del Fuoco Mediterranea, e tutte e tutti coloro che si prendono cura di questo magnifico progetto – ha detto la presidente del Consiglio regionale, Loredana Capone, intervenuta per salutare i ragazzi prima della partenza – questo viaggio è davvero un’esperienza eccezionale, perché non basta celebrare la Giornata della Memoria, bisogna accompagnarla con l’esperienza. E’ l’esperienza che ti fa sentire sulla pelle che cosa è realmente accaduto. Ecco perché sono certa che quei ragazzi torneranno diversi, che saranno segnati per il resto della loro vita. E’ difficile immaginare quanta follia c’è stata se non la vedi con i tuoi occhi, se non tocchi con mano fino a dove può arrivare la cattiveria umana. Per questa ragione con il Consiglio regionale abbiamo voluto sostenere questo progetto. La Giornata della Memoria e’ ogni giorno, è impegnarsi perché certe cose non si ripetano, impegnarsi nell’ascolto, nella dignità delle persone”.

L’iniziativa è sostenuta dal Consiglio regionale nell’ambito del Protocollo d’intesa siglato con l’Associazione Treno della Memoria lo scorso gennaio 2021.

Promo