Droga ed estorsioni: i nomi degli arrestati nell’operazione di Polizia a Taranto

499 Visite

Associazione per delinquere di stampo mafioso aggravata dalla disponibilità di armi: questo è uno dei reati contestati nell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Lecce, Marcello Rizzo, che all’alba di oggi ha portato la polizia a eseguire 38 misure cautelari, di cui 28 in carcere e 10 ai domiciliari, mentre altre 20 persone sono indagate a piede libero.Questo il risultato della maxi-operazione condotta tra Taranto e Lecce.

Gli arrestati, secondo il gip, hanno proseguito “l’azione criminale del sodalizio di stampo mafioso” denominato clan Pascali, attivo nel rione periferico Paolo VI di Taranto. Esponenti della cosca sono già stati condannati con sentenza del gup di Lecce a ottobre 2017, confermata in Appello ad aprile 2019 e passata in giudicato.

A seguito dell’operazione condotta sono finiti in carcere Luigi Agrosi’, Giovanni Albertini, Antonella Bevilacqua, Agostino Bisignano, Antonio Bleve, Cosimo Damiano Caforio, Emanuele Capuano, Christian Chiafele, Leonardo Durelli, Mirko Guarino, Domenico Iacca, Lucky La Gioia, Salvatore Labriola, Simone Loperfido, Antonio Maiorino, Giuseppe Pascali, Luca Pascali, Nicola Pascali, Giuseppe Petrelli, Giuseppe Portacci, Eufrasia Quero, Vito Onofrio Salerno, Francesco Sangermano, Massimo Sedete, Patrizio Sedete, Pietro Spezio, Francesco Tambone, Ezio Verardi. Beneficio dei domiciliari con braccialetto elettronico, invece per Salvatore Auletta, Pietro Francesco Brescia, Gianluca Ciccolella, Francesco Cosmai, Antonio Greco, Benito Marangiolo, Giuseppe Palumbo, Francesco Presta, Francesco Tortella, Amedeo Zonile.

Promo