Giornata della Memoria: medaglia d’onore a 99enne sopravissuto a Taranto

113 Visite

Ha 99 anni ed è sopravvissuto al lager: ieri mattina Giovanni Lolli, nato a Corigliano d’Otranto (Lecce) il 14 ottobre 1922 e residente a Taranto dagli inizi degli anni Cinquanta, ha ricevuto, nel corso di una cerimonia nella Prefettura ionica per la ricorrenza della celebrazione del “Giorno della Memoria”, una medaglia d’onore conferita dal Presidente della Repubblica.

Lolli fu chiamato alle armi il 23 gennaio 1942 ed assegnato al quinto Raggruppamento Artiglieria d’istanza a Pola. Il successivo 23 novembre fu assegnato alla Legione Carabinieri di Bari. Unitamente al Corpo d’appartenenza, fu trasferito a Durazzo (Albania), dove fu fatto prigioniero dai tedeschi e costretto ad attraversare a piedi tutta l’allora Jugoslavia per raggiungere l’Ungheria e da qui, in treno, in vagoni piombati, il campo di concentramento Stammlager X-A ad Amburgo, dove rimase fino al 25 settembre 1945.

Il prefetto di Taranto, Demetrio Martino, ha voluto sottolineare “come il ricordo e la testimonianza siano lo scopo di questa giornata commemorativa affinché la drammaticità della storia dei fatti e delle immagini del passato restino nel cuore di ognuno di noi, per accrescere la coscienza della memoria elaborandone il valore attuale che diventa patrimonio personale e collettivo”.

Alla cerimonia hanno preso parte, oltre ai familiari del signor Lolli, il Commissario Straordinario del Comune di Taranto, Vincenzo Cardellicchio, e i vertici provinciali delle forze dell’ordine.

Promo