Pnrr, Mims: completata progettazione principali opere ferrovie

138 Visite

Con l’invio al Comitato Speciale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici del progetto per il potenziamento della tratta Potenza-Metaponto della linea Battipaglia-Potenza-Metaponto-Taranto, Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) ha concluso nei tempi e nelle modalita’ previste tutti i progetti di fattibilità tecnico-economica (PFTE) finanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Lo fa sapere il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, aggiungendo che oggi e’ stato inoltre presentato anche il progetto per il raddoppio della galleria Santomarco (tratta Cosenza-Paola della “AV/AC Salerno-Reggio Calabria”), un intervento da 1,2 miliardi di euro, che si aggiunge ai 5 Progetti di fattibilita’ tecnico-economica gia’ presentati, per un valore complessivo di 4,3 miliardi. “E’ un risultato molto importante che manifesta la volonta’ e la capacità di RFI di raggiungere gli obiettivi nei tempi richiesti dal programma europeo”, sottolinea il Ministro Enrico Giovannini, che esprime la propria soddisfazione per il forte impegno dimostrato da Rfi nel velocizzare la realizzazione delle opere previste nel Pnrr.

“I progetti finanziati dal Pnrr rispondono a una strategia di potenziamento della rete ferroviaria, soprattutto al Sud, per vedere sempre più interconnesso il Paese – aggiunge – superare le disuguaglianze territoriali, migliorare la qualita’ dei servizi per i cittadini. Con la consegna dei progetti di fattibilita’ tecnico-economica, proseguiamo l’impegno di realizzare gli investimenti per le opere infrastrutturali inserite nel Pnrr. Lavori che consentiranno il miglioramento della mobilità in tutto il Paese tenendo sempre presente i principi di sostenibilita’ ambientale, sociale ed economica”, dichiara l’a.d. di Rfi, Vera Fiorani

“Adesso – prosegue – inizieranno le procedure autorizzative, per gli interventi da eseguire, che saranno oggetto di un costante confronto con tutte le comunita’ locali, anche attraverso l’indizione del Dibattito Pubblico, cosi’ come gia’ fatto per gli altri progetti presentati”.

Promo