Salute. Turco, pubblicare dati tumori Taranto. Asl: “ci sono”

185 Visite

Botta e risposta tra il senatore Mario Turco, vicepresidente del M5S, e l’Asl di Taranto in merito alla pubblicazione dei dati sui tumori. Il parlamentare ed ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha sostenuto che ieri, nel corso del convegno ‘Per una PA trasparente. Dati aperti per il decisore politico’, il Premio Nobel per la Fisica, Giorgio Parisi, ha denunciato la mancata pubblicazione dei dati epidemiologici sui tumori.

In particolare, “ha fatto riferimento – puntualizza Turco – al Registro Tumori di Roma, aggiornato al 2017, e soprattutto di Taranto, fermo al 2013, affermando che non conoscere l’incidenza dei tumori sulla popolazione, impedisce qualsiasi informazione, osservazione e attività di ricerca scientifica”.

In una città “come Taranto, nota – evidenzia Turco – per le criticità ambientali e sanitarie, non conoscere l’andamento epidemiologico dei tumori è una vera assurdità. Si chiede alle autorità competenti e alle amministrazioni territoriali responsabili, di rendere tali dati aperti e accessibili a tutti, garantendone la tempestiva pubblicazione per il futuro”.

L’Asl di Taranto replica precisando che “il Registro Tumori di Taranto esiste” e che “l’ultima pubblicazione è avvenuta a dicembre 2020 (incidenza neoplastica sino al 2017). Nei prossimi mesi sarà pubblicato un ulteriore aggiornamento, con l’incidenza neoplastica sino al 2019”.


Inoltre, conclude l’Azienda sanitaria, “il Registro Tumori Puglia comprende oggi le sei sezioni provinciali: ogni provincia ha il suo Registro Tumori, con anni di incidenza diversi secondo il lavoro svolto, coordinati dall’Aress Regione Puglia, in modo da essere pronti a riversare i dati al Registro Nazionale del Registro Tumori, ancora non attivo. In Puglia la rete Registri è attiva e funzionante”.

Promo