Ex Ilva, Bellanova: “Ministri competenti chiariscano”

99 Visite

Credo che alla luce delle notizie che riportano nel decreto mille proroghe il passaggio ad Acciaierie d’Italia di 575 milioni di euro destinati agli interventi di ambientalizzazione, sia necessario fornire un chiarimento da parte dei ministeri competenti”. Ad affermarlo in un post su Facebook è la viceministra alle Infrastrutture e alle mobilità sostenibilità, Teresa Bellanova.

“Il tema delle bonifiche ambientali per gli impianti ex Ilva – rileva – rappresenta una delle battaglie sulle quali il Governo Renzi spese tutte le sue forze. E a proposito di parole mal usate qual è malattia, di visioni sul futuro, riformismo e capacità della politica di agire concretamente sulla vita delle persone, promettemmo a noi stessi e a Taranto una rinascita ambientale per la città. Un gesto concreto tra le mille parole a vuoto spese negli anni da parte di una classe politica che per troppo tempo aveva pensato di dividersi tra chi taceva, chi utilizzava i finanziamenti dei Riva e chi voleva chiudere l’acciaieria”.

Noi da riformisti – sottolinea – pensavamo e continuiamo a pensare, invece, che un modo c’è per continuare a produrre, tenendo insieme e tutelando ambiente, lavoro, salute dei cittadini e dei lavoratori. Ed è quel modo a cui fanno ricorso tutte le più grandi economie: l’innovazione tecnologica. Riuscimmo, con non poca fatica, a prevedere che le somme sequestrate ai Riva fossero impegnate totalmente per la città di Taranto, vincolandole all’attuazione del piano ambientale e di bonifica”.

Promo