Natale, Coldiretti Puglia: “Cresce la spesa alimentare”

83 Visite

Aumenta del 38% rispetto allo scorso anno la spesa che i pugliese affronteranno per il Natale quando la media toccherà i 130 euro. È quanto emerge dall’elaborazione dei dati di Coldiretti Puglia sulla base dell’indagine Coldiretti/Ixè. Il 20% dei cittadini spenderà tra 50 e 100 euro, il 32% tra 100 e 200 euro, il 6% tra 200 e 300 euro. Ma c’è anche un 3% che andrà oltre i 300 euro mentre un 4% preferisce non rispondere. “A Natale sulle tavole dei pugliesi ci saranno latte, salumi, formaggi, salse, pesce e carne, uova, pasta, vino, olio, farine, frutta e verdura Made in Italy, anche per la voglia di sostenere l’economia ed il lavoro locali nel tempo della pandemia. Una emergenza che ha favorito scelte di acquisto più sostenibili con un vero boom dei prodotti green, dal biologico al chilometro zero direttamente dal contadino”, dice Savino Muraglia, presidente regionale.

“L’approvvigionamento alimentare è assicurato in Puglia grazie al lavoro di oltre 100mila aziende agricole e stalle, più di 5mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione tra negozi, supermercati, discount e mercati contadini di Campagna Amica, nonostante le preoccupazioni per la sicurezza, i vincoli, le difficoltà economiche e gli ostacoli oggettivi all’operatività, con la ridotta disponibilità di manodopera – conclude l’associazione – ai blocchi alle frontiere per i trasporti, un impegno quotidiano senza sosta che è stato sostenuto anche dalle consegne a domicilio, dall’asporto e da importanti momenti di solidarietà verso i 200mila indigenti”. 

Promo