Trasporti. Puglia, sindacati: le scelte di Trenitalia penalizzano la regione

98 Visite

Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Trasporti e Fast hanno indetto una giornata di sciopero dalle 21.00 di mercoledì 15 dicembre alle 20:59 di giovedì 16 “per impedire che gli impianti di manutenzione chiudano o vengano ridimensionati in funzione di scelte aziendali che non valorizzano il territorio e gli asset strategici fiore all’occhiello nel panorama infrastrutturale”. 

I sindacati evidenziano che “lo spostamento di attività legato a un’offerta Trenitalia debole per il territorio: ha già comportato di fatto lo svuotamento dell’impianto manutenzione corrente di Bari con pesanti ricadute sull’indotto ferroviario e incertezza sulle attività dello scalo di Surbo notevolmente ridotte”. 

“Facciamo un appello accorato all’amministratore delegato e ai parlamentari pugliesi perché nel nuovo Piano Industriale ci sia una inversione di rotta rispetto alle esternalizzazioni di attività core, al mancato turn over e perdita di occupati all’interno dei siti, alla valorizzazione degli asset strategici del territorio a forte vocazione turistica”, dichiara Giuseppe Guagnano, segretario generale Filt Cgil Puglia.

Promo