Taranto, Vianello: il governo vuole derogare le norme

141 Visite

“Dopo un anno di sostanziale blocco delle bonifiche a Taranto, dovuto alla scelta infelice del cambio di commissario da parte di Conte e Turco, il governo Draghi ritorna sull’argomento e, non solo dota il Commissario alle bonifiche di una struttura di supporto, ma allunga la durata del mandato che passerà da 1 a 3 anni, ma opererà in deroga ad ogni disposizione di legge diversa da quella penale, salvo le leggi antimafia, quindi derogando a quelle di tutela ambientale e dei beni culturali”. Lo dichiara il deputato tarantino del gruppo Misto, Giovanni Vianello che, a tal proposito, ha presentato un emendamento con cui ricorda all’esecutivo che “l’area del Mar Piccolo, oggetto di bonifiche, ha caratteristiche uniche: ecosistema con numerose specie protette da convenzioni internazionali e dalla direttiva habitat, è prossima a diventare un’area marina protetta. Non si può continuare a sbagliare sulle bonifiche a Taranto”.

Promo